CORRETTO CALCOLO TARI NEI COMUNI DI PIADENA E DRIZZONA

Si riporta di seguito il comunicato fornito dalla società Casalasca Servizi SPA relativo al corretto calcolo della tariffa rifiuti nei Comuni di Piadena e Drizzona: “A seguito della notizia, diffusa da molti organi di stampa, relativa ad un’errata applicazione della Tari riferita alle abitazioni con pertinenze in svariati comuni italiani, Casalasca Servizi Spa rassicura i cittadini. La quota variabile della Tariffa Rifiuti (Tari) di quest’anno e degli anni precedenti delle utenze domestiche è stata sempre calcolata correttamente una sola volta per le abitazioni con pertinenze imponibili in conformità alla normativa di riferimento ed ai Regolamenti Comunali in vigore, come specificato e ribadito dal ministero dell’Economia e della Finanza. Casalasca Servizi ricorda ai cittadini che la Tari delle utenze domestiche è composta dalla somma di due quote: quella fissa legata ai metri quadrati della casa; quella variabile, che varia appunto in base al numero dei componenti della famiglia. In caso di immobile con pertinenza (ad esempio un garage o una cantina) la procedura seguita da Casalasca Servizi sui tre Comuni, Casalmaggiore, Piadena e Martignana di Po, dove gestisce in toto la tariffa in corrispettivo compreso l’incasso della stessa, è quella di applicare una sola volta la quota variabile calcolata. Allo stesso modo, per i 19 Comuni (Azzanello, Bordolano, Ca d’Andrea, Calvatone, Castelverde, Cicognolo, Corte dé Frati, Drizzona, Gerre dé Caprioli, Grontardo, Isola Dovarese, Malagnino, Olmeneta, Paderno Ponchielli, Pessina Cremonese, Pieve d’Olmi, Scandolara Ripa d’Oglio, Tornata, Torre dé Picenardi) in cui Casalasca Servizi opera attività di consulenza nella gestione della Tari, non si riscontra una doppia applicazione della parte variabile né tantomeno errori o anomalie nell’emissione del tributo. Va precisato che Casalasca Servizi non risponde delle situazioni che possano essere presenti negli altri 22 Comuni da essa serviti solo in relazione alla raccolta rifiuti e non per la consulenza nella gestione della Tari”.